D’accordo: ci sono il mare, una grande cucina e una scrupolosa attenzione al benessere della famiglia. Ma il vero segreto, che ha consentito al Belvedere Hotel di Riccione di piazzarsi al primo posto per il miglior servizio in Italia e in Europa e al sesto nel mondo nella classifica del TripAdvisor Treveller’s Choiche 2018, sembra essere il culto del rapporto con gli ospiti e la perfetta adesione della vita di chi dirige la struttura con la filosofia dell’albergo stesso.
È così che Marina Pasquini riesce a fare coincidere la personale ricerca della felicità con l’armoniosa atmosfera di un albergo che incarna perfettamente i principi di Italy Family Hotels, consorzio del quale è anche presidente.
Il cliente è un amico: e agli amici non vuoi fare mancare mai niente.

Marina, come si arriva in vetta alle classifiche di TripAdvisor?
È un successo che ha radici lontane e che si è consolidato negli anni grazie a un lavoro di squadra. Da sempre cerchiamo di anticipare le esigenze della nostra clientela trasformando quella che era una vacanza in un’esperienza. Di certo, facciamo il possibile per mantenere la reputazione che ci siamo costruiti con impegno costante.

Se dovesse scegliere tre punti di forza del Belvedere?
È difficile. Ma direi coinvolgimento dello staff, atmosfera e dinamicità.

Qual è il segreto per essere innovativi pur rimanendo sempre fedeli a se stessi?
Per quanto mi riguarda, la svolta è stata fare del Belvedere il mio stile di vita. Qui accadono tutte le cose che amo di più. C’è il calore dell’accoglienza in famiglia, c’è la forte volontà di stringere rapporti con i miei ospiti, che nella maggior parte dei casi si trasformano in amici.

Dove trova le sue ispirazioni?
Viaggiando, leggendo ma soprattutto ascoltando i miei clienti e seguendo il loro stile di vita. Ho con gran parte di loro un rapporto quasi quotidiano grazie ai social che gestisco personalmente

L’hotel Belvedere ospita molti clienti stranieri. Da dove arrivano principalmente?
Stati Uniti, Canada, Australia. Ma abbiamo anche tanti norvegesi, islandesi, svedesi.

Cosa cerca chi sceglie il Belvedere?
Cerca stile e bellezza. Cerca una vacanza socializzante, cerca nuove amicizie. Il Belvedere è una community, un mondo a parte.

Oltre che titolare del Belvedere, lei è anche Presidente del Consorzio Italy Family Hotels. Cosa rappresenta per lei il Consorzio?
Il Consorzio è il modo per condividere la mia esperienza con colleghi altrettanto attivi e sempre pronti a nuove sfide.

Quanto c’è di lei dentro i principi di qualità ed eccellenza verso le famiglie che contraddistinguono i pilastri di Italy family Hotels?
Tanto. Amo Italy Family Hotels. Sono passati anni da quando in 5 albergatrici, all’epoca mamme di bimbi oggi diventati uomini, lo abbiamo fondato. Lo spirito era quello di abbattere certe resistenze che gli hotel avevano a ospitare i bambini fornendo loro servizi tailor-made. L’obiettivo era dare loro la giusta formazione e soprattutto coinvolgerli con una passione, che a loro volta hanno saputo trasferire al proprio Staff.

Perché un albergatore family dovrebbe entrare nel Consorzio?
Perché in gruppo si lavora bene. Dallo scambio di idee ed esperienze si cresce. Perché i bambini creano fedeltà. Conquistati loro, la famiglia ritorna.

Se potesse diventare il titolare di un altro Italy Family Hotels, quale hotel sceglierebbe e perché?
Adoro il Mirtillo Rosso. È un degli ultimi alberghi entrati in Italy Family Hotels. Nasce da una idea brillante e ha messo lo slogan “Natale tutto l’anno” al centro di una conduzione geniale. Oltre a trovarsi ai piedi del Monte Rosa, la struttura è nuovissima e pensata in ogni dettaglio.

Grazie Marina per la piacevole chiacchierata e ancora complimenti per la passione e la grinta… la sua vita è una sfida!